invia/condividi stampa feed rss

Bonus idrico

Dal 1 luglio 2018 sarà possibile presentare richiesta per ottenere il “bonus idrico”, un’agevolazione introdotta dal 2018 per contribuire alla spesa sostenuta per la fornitura dell’acqua dalle famiglie in condizioni di disagio economico, cercando così di garantire un risparmio sulla spesa annua.

Il bonus è rivolto agli utenti domestici che usufruiscono del servizio idrico (acqua) sia come utenze singole (utenti domestici diretti) sia come utenze condominiali (utenti domestici indiretti). Il bonus idrico si prefigge di garantire la fornitura gratuita di circa 18,25 metri cubi di acqua su base annua per ogni componente della famiglia anagrafica del richiedente (pari a circa 50 litri/abitante/giorno).

I requisiti economici per accedere al bonus idrico prevedono un valore Isee del nucleo familiare non superiore a euro 8.107,50 (20.000 euro nel caso di famiglia numerosa con 4 figli a carico). Per ottenere il bonus occorre presentare: attestazione ISEE in corso di validità; bolletta relativa al Servizio idrico (acqua) relativa all’anno 2018 (nel caso di utenze condominiali va allegata la copia della bolletta del condominio e vanno forniti i dati dell’Amministratore condominiale indispensabili per l’erogazione del beneficio); documento d’identità in corso di validità del richiedente (per i cittadini extra comunitari, fotocopia del permesso di soggiorno o permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo di tutti i componenti il nucleo).

Potranno automaticamente usufruire del bonus idrico, analogamente a quanto previsto per il bonus elettrico e gas dal decreto legislativo 147/2017 che ha introdotto il Reddito di inclusione, anche i titolari di Carta Acquisti o di Carta ReI.

 

Bonus elettrico

Il Bonus Elettrico è uno sconto sulla bolletta per garantire alle famiglie in condizione di disagio economico e alle famiglie numerose un risparmio sulla spesa per l’energia elettrica. Il bonus elettrico è previsto anche per le situazioni di disagio fisico, cioè per i casi in cui una grave malattia costringa all’utilizzo di apparecchiature elettromedicali indispensabili per il mantenimento in vita.

Possono accedere al bonus tutti i clienti domestici intestatari di un contratto di fornitura elettrica, per la sola abitazione di residenza, che presentino una certificazione ISEE del nucleo famigliare, in corso di validità, non superiore a euro 8.107,50 (20.000 euro nel caso di famiglia numerosa con 4 figli a carico).

Per quanto riguarda il bonus elettrico per gravi condizioni di salute, l’elenco delle apparecchiature elettromedicali salvavita che danno diritto al bonus sono state individuate dal Decreto del Ministero della Salute del 13 gennaio 2011.

In questi casi, per avere accesso al bonus elettrico, il cliente deve essere in possesso di un certificato ASL che attesti:

  • La necessità di utilizzare tali apparecchiature;
  • Il tipo di apparecchiatura utilizzata;
  • L’indirizzo presso il quale l’apparecchiatura è installata;
  • La data a partire dalla quale il cittadino utilizza l’apparecchiatura.

Per ottenere il bonus occorre presentare: attestazione ISEE in corso di validità (non per le gravi condizioni di salute); bolletta relativa al Servizio elettrico relativa all’anno 2018 (nel caso di utenze condominiali va allegata la copia della bolletta del condominio e vanno forniti i dati dell’Amministratore condominiale indispensabili per l’erogazione del beneficio); documento d’identità in corso di validità del richiedente (per i cittadini extra comunitari, fotocopia del permesso di soggiorno o permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo di tutti i componenti il nucleo).

 

Bonus gas

Il Bonus Gas è una riduzione sulle bollette del gas riservata alle famiglie a basso reddito e quelle numerose.

Il bonus può essere richiesto da tutti i clienti domestici che utilizzano gas metano distribuito a rete (non per il gas in bombola o per il GPL) con un contratto di fornitura diretto o con un impianto condominiale se in possesso di una certificazione ISEE del nucleo famigliare, in corso di validità, non superiore a euro 8.107,50 (20.000 euro nel caso di famiglia numerosa con 4 figli a carico).

Per ottenere il bonus occorre presentare: attestazione ISEE in corso di validità; bolletta relativa al Servizio Gas relativa all’anno 2018 (nel caso di utenze condominiali va allegata la copia della bolletta del condominio e vanno forniti i dati dell’Amministratore condominiale indispensabili per l’erogazione del beneficio); documento d’identità in corso di validità del richiedente (per i cittadini extra comunitari, fotocopia del permesso di soggiorno o permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo di tutti i componenti il nucleo).